Torna a JumpInBlue

Hourglass

  • Italian - Italy
  • English (United Kingdom)
  • Español(Spanish Formal International)

World without Wars and without Violence on JumpInBlue.org

This page is a JumpInBlue's tribute to World without Wars and without Violence

 

Tributo a Federico Rodríguez

Pía Figueroa

Source: Pressenza

 

El cantante del grupo Fauna, Federico Rodríguez, que con su colorido tremendamente vital alegrara el acto final de la Marcha Mundial por la Paz y la No Violencia en el Parque Punta de Vacas, ha pasado muy sorpresivamente a otros espacios. La perplejidad ante su muerte nos deja ante la necesidad de agradecer el aporte que antes no supimos expresarle.

Immagine di: Miguel Angel Carreño  - Federico Rodríguez

PressenzaBel Horizonte, 21/11/10Con la irreverencia de su creatividad y la tremenda energía desplegada en sus conciertos, Federico aportó también a la causa de la Paz y la No Violencia, arrimándole a la Marcha Mundial el afecto colorido de las nueva generaciones, el ritmo y la osadía de quienes suben a las altas cumbres para clamar por un mundo mejor.

Cuando ello sucedió, y también después cuando con su banda Fauna recorrió todos los países de América Latina, no supimos reconocer oportunamente su extraordinario aporte. Este sábado, se estaban por presentar en una de las etapas finales de la gira, en el Festival Electronika en Bel Horizonte, Brasil. Sin embargo la muerte lo sorprendió en su vuelo, sin que concluyera el periplo musical planificado.

Los cantantes de los diversos grupos del Festival Electronika dedicaron a él la noche del concierto, en homenaje póstumo.

Su tránsito hacia la Luz nos pone de manifiesto, una vez más, la provisoriedad de nuestra existencia y nos convoca a poner en juego hacia las mejores causas, toda nuestra alegría, fuerza y capacidad.

Gracias Federico por tu significativo aporte!

 
There are no translations available.

I Cammini Aperti

Alcune immagini della Cerimonia delle Ceneri di Silo ad Attigliano il 24/10/2010 e l'inizio dei nuovi cammini.

Guarda tutte le foto

 
There are no translations available.

A Silo, Maestro ispiratore, un omaggio dalle mille speranze infinite..

"... Io vorrei, amici, trasmettere la certezza dell’immortalità. Ma, come potrebbe ciò che è mortale generare qualcosa di immortale? Forse dovremmo domandarci come è possibile che ciò che è immortale generi l’illusione della mortalità ..."

Silo, 4 Maggio 2004

Silo è  deceduto il 16 settembre 2010 intorno alle 23.00 ora di Punta de Vacas (circa le 4 del mattino ora italiana). Era lucido, si trovava accompagnato dai suoi familiari più vicini e non ha avuto dolore fino alla fine.

Molti amici si sono trovati in diverse parti del mondo per augurargli, con il loro più profondo affetto, il miglior transito possibile verso la fusione con la Luce.

Vola verso le stelle

Silo, il fondatore del Movimento Umanista ha lasciato questo spazio e questo tempo
17 settembre 2010 - Olivier Turquet
Fonte: Buone Nuove - 17 settembre 2010

"Così, oggi vola verso le stelle l'eroe di questa età. Vola verso regioni prima ignorate. Vola verso l'esterno del suo mondo e, senza saperlo, è spinto verso il centro interno e luminoso." Lo Sguardo Interno

Mario Luis Rodriguez Cobos, conosciuto sotto lo pseudonimo di Silo con cui ha firmato i suoi libri, ha lasciato questo spazio e questo tempo per incamminarsi verso la Luce ieri 16 Settembre 2010.

Negli anni '60 e sue idee e le sue azioni hanno messo in moto quello che oggi è conosciuto come Movimento Umanista o Umanesimo Universalista.

Nel 1996 il suo "seminario sulle virtù" ispirò la nascita dell'Agenzia Srtampa elettronica umanista "Buone Nuove" e di questo la redazione vorrebbe ringraziarlo, nel alutarlo nel suo nuovo cammino.

Nel maggio di ques'anno il suo ultimo discorso ha presentato la Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza al summit dei Premi Nobel per la Pace a Berlino.

Gli rendiamo omaggio riportando qui sotto le sue parole, pronunciate in Messico nel 1980 dove dichiara le sue convinzioni rispetto al senso della vita.

"E così, coerentemente con quanto ho affermato, dichiaro innanzi a voi la mia fede e la mia certezza basata sull’esperienza nel fatto che la morte non chiude il futuro, che la morte, al contrario, modifica lo stato provvisorio della nostra esistenza per lanciarla verso la trascendenza immortale. Non impongo la mia certezza né la mia fede e vivo accanto a coloro il cui modo di porsi nei confronti del senso della vita è diverso dal mio; tuttavia mi sento obbligato ad offrire, per solidarietà, il messaggio che riconosco rende libero e felice l’essere umano. Per nessun motivo eludo la responsabilità di esprimere le mie verità, per quanto esse possano apparire discutibili a chi sperimenta la provvisorietà della vita e l’assurdità della morte."

"D’altra parte non chiedo mai agli altri quali siano le loro credenze personali ed in ogni caso, pur definendo con assoluta chiarezza la mia posizione su questo punto, proclamo per ogni essere umano la libertà di credere o non credere in Dio e la libertà di credere o non credere nell’immortalità."

"Tra le migliaia e migliaia di donne e di uomini che, fianco a fianco, lavorano con noi in modo solidale, si contano atei e credenti, persone con dubbi e certezze; ma a nessuno viene chiesto quale sia la sua fede; e tutto ciò che viene dato, viene dato come un orientamento, affinché ciascuno decida per proprio conto quale sia la via che meglio chiarisca il senso della sua vita."

"Evitare di proclamare le proprie certezze non è coraggioso, ma tentare di imporle non è degno della vera solidarietà."

I libri di Silo sono pubblicati in Italia da Multimage http://www.multimage.org; "Il Messaggio di Silo" è pubblicato dalla Macro Edizioni http://www.macrolibrarsi.it/

 

Filmato delle Esequie di Silo